Quando le materie prime si trasformano in magia per il palato

Quando due materie prime valtellinesi di eccellenza vengono unite sapientemente in un piatto si ripercorre la storia della cucina valtellinese.

Carne di manzo sapientemente salata e conservata e formaggio non mancavano mai sulle tavole di un popolo con vocazione agricola; sono gli ingredienti principali che caratterizzano la nostra ricetta degli sciatt posati su petali di bresaola

Oggi vogliamo raccontarvi come comunemente vengono preparati gli sciatt valtellinesi:

Lista ingredienti per 4 persone:

  • Farina di grano saraceno 300 gr
  • farina bianca 200 gt
  • formaggio di casera 300 gr
  • mezzo cucchiaino di sale
  • acqua minerale frizzante o birra, un cucchiaio di grappa
  • olio per friggere(o strutto)

Tempo di preparazione: 20 minuti

Si mescolano bene con una frusta le farine con il sale, la grappa, aggiungendo l’acqua fino a ottenere un impasto morbido ma non troppo (la consistenza della pasta deve essere filante).

Unire il formaggio casera tagliato a cubetti di circa 2 cm e mescolare il tutto lasciandola poi riposare per circa due ore a temperatura ambiente.


Quando l’olio in padella è bollente (deve quasi fumare) con un cucchiaio si raccolga un cubetto di formaggio avendo cura di ricoprirlo con la pasta ,  lasciarlo cadere nella padella. Se la consistenza dell’impasto è giusta, la pastella cade da sè.

Lasciare dorare gli sciatt finchè vengono a galla e servire caldi su un letto di cicorino tagliato fine.

Ogni chef o esperto cuoco nasconde piccoli trucchi che rendono i propri sciatt autentiche emozioni per il palato

COSA ASPETTI?

Passa a trovarci alla BAITA MOTIN!

 

MENU E PRENOTAZIONI
PRENOTA UN TAVOLO
Default image
BAITA MOTIN